cashmere

storia

Il cashmere è una pregiatissima fibra tessile ricavata dal pelo  della Capra Hircus.
Il suo nome viene dal Kashmir , regione storica attualmente divisa tra India, Pakistan e Cina .
La parte più sottile e fine è la peluria del sottomantello ed è chiamata “Duvet”, cioè lo strato inferiore soffice e lanoso; per raccoglierlo si esegue una pettinatura manuale o una tosatura a seconda del paese, che avviene in primavera.
La produzione si aggira in media tra 100 e 200 grammi di sottomanto per ogni animale adulto e la sezione delle fibre può variare fra i 14 e i 18 micron (più lunga e sottile è la sezione tanto più pregiato sarà il filato).
Gli allevamenti si trovano in diversi paesi come Iran, Russia, Afghanistan, Pakistan, Cina, Tibet, Turchia e India.
Il cashmere più bello e più pregiato al mondo proviene però dagli altipiani della Mongolia interna cinese: un territorio aspro, dal clima rigidissimo.

L’Inner Mongolia Cashmere si distingue per l’elevata finezza delle fibre e per la loro lunghezza.
Per realizzare una maglia di medie dimensioni è necessario il vello di almeno 2/3 capre a seconda delle dimensioni del capo.

cashmere

storia


Il cashmere è una pregiatissima fibra tessile ricavata dal pelo  della Capra Hircus.
Il suo nome viene dal Kashmir , regione storica attualmente divisa tra India, Pakistan e Cina .
La parte più sottile e fine è la peluria del sottomantello ed è chiamata “Duvet”, cioè lo strato inferiore soffice e lanoso; per raccoglierlo si esegue una pettinatura manuale o una tosatura a seconda del paese, che avviene in primavera.
La produzione si aggira in media tra 100 e 200 grammi di sottomanto per ogni animale adulto e la sezione delle fibre può variare fra i 14 e i 18 micron (più lunga e sottile è la sezione tanto più pregiato sarà il filato).
Gli allevamenti si trovano in diversi paesi come Iran, Russia, Afghanistan, Pakistan, Cina, Tibet, Turchia e India.
Il cashmere più bello e più pregiato al mondo proviene però dagli altipiani della Mongolia interna cinese: un territorio aspro, dal clima rigidissimo.

L’Inner Mongolia Cashmere si distingue per l’elevata finezza delle fibre e per la loro lunghezza.
Per realizzare una maglia di medie dimensioni è necessario il vello di almeno 2/3 capre a seconda delle dimensioni del capo.

da sapere

Innanzi tutto il cashmere è una fibra leggera, morbida, fine ma con un’altissima capacità di isolamento termico  sia dal freddo che dal calore ed è notevolmente più caldo e leggero della lana di pecora.

Il cashmere è una fibra viva, ama l’acqua e va lavato a mano in una vaschetta d’acqua con sapone neutro o apposito detergente per cashmere, a temperatura non superiore ai 30°.
Non sfregatelo mai e lavatelo al rovescio.

Se potete, evitate di indossare un capo in cashmere 2 giorni di seguito, ma fatelo riposare almeno un giorno, posandolo su una superficie piana prima di riutilizzarlo.

da sapere


Innanzi tutto è una fibra leggera, morbida, fine ma con un’altissima capacità di isolamento termico  sia dal freddo che dal calore ed è notevolmente più caldo e leggero della lana di pecora.

Il cashmere è una fibra viva, ama l’acqua e va lavato a mano in una vaschetta d’acqua con sapone neutro o apposito detergente per cashmere, a temperatura non superiore ai 30 gradi°.
Non sfregatelo mai e lavatelo al rovescio, se potete, evitate di indossare un capo in cashmere 2 giorni di seguito, ma fatelo riposare almeno un giorno, posandolo su una superficie piana prima di riutilizzarlo.

restiamo in contatto

Se hai bisogno di ulteriori informazioni non esitare a contattarci
telefonicamente o tramite e-mail.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi